lunedì 4 agosto 2014

Attiviamo il registro tumori


Nell'ultima settimana di Luglio la cittadinanza attiva, gli attivisti del Movimento 5 Stelle rappresentati in forma associata dai "Meetup" del territorio brindisino, hanno inviato ai Sindaci dei Comuni della provincia e alla Regione Puglia un sollecito affinché si ponga fine al continuo procrastinare da parte dell'ASL di Brindisi dell'attivazione effettiva del Registro Tumori.

Nonostante le delibere Regionali, dell'Asl, e da parte anche di alcuni Comuni che hanno sottolineato l'importanza di avere un registro tumori aggiornato, oltre ai vari appelli di associazioni e sindacati, l'ASL mostra difficoltà, non giustificabili, nel rendere effettivamente attivo il registro tumori.

I gruppi locali di attivisti del M5S, hanno fatto appello ai Sindaci dei vari Comuni del brindisino, per attivarsi congiuntamente ed unanimemente per risolvere definitivamente la questione.

Le motivazioni che spingono i cittadini ad esigere un registro tumori, sono state ampiamente raccontate in questi anni, in incontri specifici e con comunicati della stampa. Tenere sotto controllo l'andamento e l'incidenza del numero di casi di una specifica patologia, in una zona geograficamente circoscritta, è utile e necessario per intraprendere un serio studio epidemiologico, consentendo l'individuazione delle cause presunte che portano ad ammalarsi di una specifica patologia, come ad esempio gli stili di vita, l'alimentazione non corretta, le fonti di inquinamento di aria, acqua, cibo, prodotti per la casa, industrie, inceneritori, polveri sottili.

Senza un chiaro quadro di partenza è impossibile intraprendere alcuna efficace azione di prevenzione ed eliminazione contestuale dell'origine delle cause.


RETE MEETUP PROVINCIA DI BRINDISI

martedì 13 maggio 2014

AAA Rappresentanti di lista cercasi


Il 25  Maggio è una data importante e sarà fondamentale che durante le operazioni di spoglio delle schede elettorali vi siano gli occhi dei cittadini al fine di garantire che tutto si svolga nei termini di legge e nel totale rispetto della volontà degli elettori.

Abbiamo bisogno di una trentina di cittadini disposti a dedicare del tempo alla democrazia. La giornata di Lunedì 26 Maggio dalle ore 14 sino a completamento delle operazione (ore 20 circa) e una serata da concordare in cui ci incontreremo presso la nostra sede per illustrare quali sono i compiti del rappresentante di lista e quali le varie tipologie di voto che possono trovarsi di fronte.

Vi preghiamo di dare la vostra disponibilità compilando il modulo che trovate qua sotto e di attivarvi presso i vostri amici e parenti cercando altre persone disponibili. 30 le sezioni da coprire, 30 i rappresentanti di lista che servono.

Grazie.


sabato 10 maggio 2014

Assessori a 5 Stelle


Da sempre gli assessori sono stati scelti sulla base di convenienze, amicizie, scambi di favori e bacini elettorali, equilibri politici tra le varie correnti e forze presenti nelle coalizioni. La spartizione delle ambite poltrone degli assessori avviene senza che il cittadino possa decidere, sulla base dei conteggi di voti. 

Noi vogliamo porre fine a questa vergognosa consuetudine e tornare a mettere la competenza al centro delle scelte politiche. Vogliamo che i cittadini abbiano la possibilità di decidere, aiutandoci a selezionare gli assessori. 

Vogliamo solo persone COMPETENTI e INDIPENDENTI, non iscritte a nessun partito politico. Se una persona è valida, può anche non essere iscritta al MoVimento 5 Stelle.
Per la selezione degli assessori che andranno a lavorare per una  giunta comunale a 5 stelle, sceglieremo le persone in base ai loro curriculum e alla loro competenza specifica, rendendo pubblico tale processo ed anche i cittadini potranno esprimere le loro valutazioni sui candidati.
Chiunque ritenga di avere le competenze e le capacità per ricoprire la carica di assessore potrà inviare una richiesta ad una mail a ostuni5stelle@gmail.com con oggetto "Nome Cognome - Assessore 5 Stelle", allegando un proprio curriculum (in formato europass) ed una lettera di presentazione indicando l’assessorato per il quale si propone scegliendo tra:

  • Servizi sociali. Politiche per la famiglia 
  • Urbanistica. infrastrutture. Lavori pubblici. Viabilità e trasporti. 
  • Risorse economiche e patrimoniali. Finanze
  • Ambiente. Valorizzazione risorse naturali. agricoltura. 
  • Politiche per lo sviluppo. Turismo. Cultura. 
  • Politiche giovanili. Sport e spettacolo.
I candidati non dovranno aver subito condanne penali (anche non definitive) o avere procedimenti penali in corso,  avere partecipazioni o ruoli dirigenziali  in società pubbliche/private che hanno interessi economici con il Comune di Ostuni. Dovranno, in oltre, rendere note, eventuali iscrizioni o adesioni a partiti o movimenti politici e/o liste civiche, eventuali ruoli politici svolti in passato (anche di semplice candidatura o di organizzazione interna) per un qualsiasi movimento politico, partito o lista civica, autorizzare la pubblicazione del proprio curriculum e lettera di presentazione sul sito web www.ostuni5stelle.it.

Completata la raccolta delle candidature, queste saranno disponibili, per un periodo non inferiore a 15 giorni, su apposito spazio sul sito www.ostuni5stelle.it, dove qualsiasi cittadino potrà esprimere opinioni e commenti in merito al profilo del candidato.

Decorso tale periodo verrà organizzato un incontro pubblico coi candidati dove potranno essere inoltrate ulteriori domande per accertare ulteriormente le competenze dichiarate e l’adesione del candidato al programma amministrativo per Ostuni del Movimento 5 Stelle e la sussistenza dei requisiti di onorabilità.

La scelta dei candidati avverrà tramite una graduatoria ottenuta sommando i punteggi assegnati dagli attivisti del M5S in base alle valutazioni scaturite da:

  • valutazione del CV 
  • dichiarazioni durante l’incontro pubblico
  • Valutazione dei cittadini tramite il sito ostuni5stelle.it

venerdì 9 maggio 2014

Allarme virus a Ostuni



Dopo la Xylella, il batterio killer .che ha colpito gli ulivi nel Salento, un nuovo e più terribile virus da qualche settimana sta flagellando il territorio di ostuni. 

Si tratta dell'insidioso candidato virus che di giorno in giorno miete sempre più vittime. Seppure ancora incerte, le cause della proliferazione sarebbero da imputarsi ad alcuni sparuti portatori in-sani del germe che, avrebbero contaminato, attraverso abbracci e strette di mano, alcuni altri soggetti anch'essi ora portatori del virus. 

La sintomatologia prevede l'uso ricorrente di parole quali voto, promessa, cambiamento, rifacimento stradale, giovani, lavoro, decoro urbano. 

Attenzione a chiunque usi queste parole al di sopra della soglia del comune senso di linguaggio! Occorre a questo punto ricorrere a rigide misure di sicurezza al fine di salvaguardare l'intera popolazione Ostunese che abbia già compiuto i 18 anni. 
Le misure cautelative comprendono il divieto assoluto di usare il cellulare, il pc, il tablet, la tv e la radio, leggere il giornale e parlare con chiunque. Ascoltare musica classica per almeno due ore al giorno, ridere e immaginarsi un bellissimo mondo e pensarsi come un essere speciale e unico a cui spetta di diritto una vita onesta, allegra e dignitosa. 

Seguendo queste indicazioni, dopo due settimane di cura, potrete ritornare alle vecchie abitudini se lo vorrete ancora.

giovedì 8 maggio 2014

Siamo in guerra. O noi o loro


Siamo in guerra. 
La città è tranquilla ma la calma è soltanto apparente, il clima è inquietante. Dopo tre legislature, se ne prepara un’altra identica: un mandato che conservi il potere nelle mani dei soliti noti. Con la complice partecipazione, ovviamente, della cittadinanza asservita ed anestetizzata. 24 il numero complessivo delle liste, 560 i candidati al ruolo di consigliere comunale, tra cui spiccano i nomi dei figli d’arte, quei bravi ragazzi che hanno il grande pregio di essere soltanto bravi ragazzi, anonimi, se non fosse per l’altisonante cognome, eppure già eletti, prima che i cittadini si esprimano. E c’è anche lui, il Sindaco uscente, che vorrebbe rientrare dalla porta sul retro.

E così si schiera in campo la qualunque: una famiglia su tre conta un improbabile candidato consigliere, utile esclusivamente a portare una manciata di voti al potente di turno. Il metodo è quello consolidato proprio nelle ultime legislature, fatto di improbabili corteggiamenti, ricatti di lavoro, promesse approssimative, piccoli e grandi favori a seconda del ritorno in voti. Semplice e chiaro come “sistema”.

 «Assistiamo increduli ad un teatrino che si ripete identico a se stesso, se tutto va bene, ogni cinque anni – commenta amaramente Paolo Mariani, a margine dell’incontro con Beppe Grillo a Bari, in qualità di portavoce del MoVimento 5 Stelle e candidato sindaco ad Ostuni – e ripropone la sua inconsistenza distruttiva in consiglio comunale. Non è mai esistita opposizione ad Ostuni, nelle ultime legislature. In Consiglio anziché votare contro, ci si astiene. Oppure si vota come conviene, senza nemmeno sapere per cosa si vota. Per non guastare la scena, per non cambiare scenario. Il signor Coppola oggi si chiede come mai non esiste in bilancio la voce di profitto dalla raccolta differenziata. Lui, in Consiglio, ha clamorosamente votato a favore del piano industriale dei servizi di igiene urbana, stabilendo che il Comune, sullo smaltimento, ci avrebbe perso due volte: pagando l’esubero per la discarica e cedendo il ricavo della differenziata alla ditta appaltante. L’approvazione è stata unanime. Nauseante, per chi si batte per un territorio a Rifiuti Zero. Comunque, di episodi simili, e ben peggiori, si compone la storia decisionale di Giunta e Consiglio. Perché continuare a farsi del male? Chiedo ai cittadini. Perché continuare a dare fiducia a chi ha palesemente dimostrato di agire nei propri interessi, peraltro con incompetenza? Perché favorire ad esempio un individuo che pubblicamente annuncia di far fatica ad arrivare alla fine del mese, con un unico stipendio in una famiglia di quattro persone. Dichiarando 69 mila euro nel 2012, oggi la situazione non sarà tanto diversa. Lancio un appello alle emittenti televisive, a tutte le testate giornalistiche: organizzate un dibattito con i cinque candidati a confronto, un approfondimento con contradditorio, la cittadinanza ve ne sarà grata».

sabato 3 maggio 2014

Lapa Tour Ostuni 2014



E' partito oggi il tour elettorale che porterà i candidati del movimento 5 stelle alle elezioni comunali di Ostuni, in tutti i quartieri e contrade per farsi conoscere, far conoscere le proprie idee e proposte e per ascoltare le problematiche delle varie realtà

Oggi prima tappa a Montalbano che, nonostante sia una frazione di Fasano, ha una via in parte ricadente nel territorio di Ostuni. "Terra di nessuno" la descrizione ricevuta da alcuni cittadini abitanti di quell'area, ignorati sia dal comune di Fasano che li considera cittadini ostunesi sia da Ostuni che da anni promette la soluzione della loro problematica ma nel frattempo non eroga in quella zona alcun servizio.

Interessanti confronti anche in alcune masserie dove abbiamo parlato di agricoltura, turismo ed ambiente. Persone eccezionali che quotidianamente lavorano e combattono contro leggi stupide ed assurde nonché una strangolante burocrazia.

La tappa si è conclusa poi percorrendo la strada che porta alla "Casa del parco", un vero e proprio colabrodo con buche enormi piene di acqua per le piogge di questi giorni. Impossibile percorrerla a piedi o in bicicletta per via di enormi crateri diventati dei veri e propri laghi, abbiamo avuto non poche difficoltà ad attraversarli con l'ape car. Una strada che ben evidenzia la cura e l'attenzione che l'amministrazione uscente ha avuto in questi anni dell'area rurale ove vivono migliaia di cittadini e dove insistono moltissime attività produttive (frantoi).

Il tour prosegue domani mattina alle ore 10 in area mercatale e nel pomeriggio in luogo da definire. Seguiteci sulla nostra pagina facebook per tutti gli aggiornamenti.

mercoledì 16 aprile 2014

GROTTESCO BOTTA E RISPOSTA TRA I CANDIDATI DI PUNTA


Durante i giorni scorsi, a margine dell’intervento di demolizione della struttura abusiva sita a Villanova, alcuni candidati a Sindaco hanno divulgato a mezzo stampa la loro opinione. Si è assistito ad un interessante “botta e risposta”, secondo Paolo Mariani, candidato Sindaco per il MoVimento 5 Stelle.

«Avremmo tutti riso di gusto a leggere i comunicati di Coppola e Santoro, se si potesse ignorare l’amarezza per la considerazione che a firmarli, sono due persone che vorrebbero amministrare la città da primo cittadino. Da un lato, vi è il rappresentante di una coalizione che in tantissimi anni di governo cittadino, ha fondato il suo concetto di sviluppo sulla speculazione edilizia e sulla cementificazione del territorio, favorendo puntualmente i soliti noti. Una coalizione che festeggia, giustamente, per l’abbattimento di un ecomostro, ma che contestualmente ne vorrebbe realizzare un altro sulla spiaggia del Pilone! Dall'altro lato invece, vi è chi, addirittura, riesce ad inventarsi spudoratamente una sua partecipazione a battaglie a tutela del territorio e contro la cementificazione».


 «Ciarlatani della politica… – continua, nel suo secco attacco, Mariani – Ho aderito alla battaglia contro la realizzazione della strada dei colli sin dall'inizio. Ho partecipato a tutte le iniziative messe in campo dal comitato, lo testimoniano tutti i video in merito su youtube, ma non mi sono mai accorto della presenza di Coppola, né tanto meno ho mai sentito una sua parola contro quel nefasto progetto. In tema di cementificazione costiera poi, si rasenta davvero il farsesco: pochi mesi fa in consiglio è stata approvata una lottizzazione da 131 mila metri cubi di cemento in località Mogale – Creta Rossa, uno dei pochi tratti di costa ancora libero da cemento. Lottizzazione approvata con un solo voto contrario su 31, e non era certo né di Coppola né tantomeno di qualcuno dei suoi alleati. Tutto ciò giustifica, in effetti, la superficialità ed il tono farsesco degli slogan: “la grande bellezza” di Santoro e “il cambiamento è iniziato” di Coppola, parole che riconducono fedelmente alle reali intenzioni dei candidati: rifarsi alla solita politica delle belle balle elettorali».

giovedì 10 aprile 2014

TUTTI COL NASO IN SU: IL MOSTRO VIENE GIU’


Sfruttata per innumerevoli campagne elettorali, la notizia dell’abbattimento dell’ecomostro di Villanova è finalmente realtà. Il M5S di Ostuni non può che accogliere con infinita gioia il tanto atteso evento. Il rudere che deturpa quel tratto di costa, che lì troneggia da oltre trent’anni, sarà buttato giù sabato prossimo, con il coinvolgimento delle scolaresche di ogni grado.

Il MoVimento 5 Stelle di Ostuni assisterà all’evento e permetterà di farlo anche a chi rimane a casa, è a lavoro o comunque a chi dispone di un computer. L’evento verrà mandato in diretta streaming affinché tutti i cittadini, anche quelli che si trovano fuori Ostuni, possano sentirsi coinvolti. Basterà infatti collegarsi al sito: www.ostuni5stelle.it per assistere all’evento promosso da Legambiente.


«L’ecomostro di Villanova rappresenta una ferita rimasta aperta troppo a lungo per il paesaggio – dice Paolo Mariani – perché oltraggia gravemente la legge, l’ambiente ed i cittadini, e perché racchiude in sé il dramma di una mala amministrazione che ha rovinato, lungo tutti questi anni, la nostra splendida porzione di mondo. Abusivismo, speculazione, illegalità. Questa la miscela che ci ha condotto fin qui. Ora è momento di cambiare rotta: il MoVimento 5 Stelle di Ostuni decide di prendere questo momento come un punto di svolta. Una città dalle enormi ricchezze e potenzialità che ha bisogno di abbattere le pessime scelte amministrative che proprio l’ecomostro simboleggia».

mercoledì 2 aprile 2014

Sabato si parte. Tutti in Piazza


Sabato 5 Aprile si apre la campagna elettorale del moVimento5  Stelle alle amministrative di Ostuni e alle Europee.

In Piazza della Libertà già dal mattino (ore 10 circa) saremo a disposizione di chiunque voglia informarsi su chi siamo e cosa vogliamo fare ad Ostuni e in Europa.

Sarà una giornata di festa dove non mancheranno spazi ed attività per i bambini, il nostro futuro, il futuro della nostra città e della nostra collettività.

Siamo di fronte ad una sfida enorme dove ci sarà bisogno del massimo sforzo e del contributo di tutti. Ognuno per quel che potrà, anche poco, ma poco di tanti sarà tantissimo e ci permetterà di superare la sfida che ci troviamo ad affrontare contro centri di potere che, certamente, non molleranno facilmente la presa.

Informate tutti i vostri conoscenti, amici, parenti, sopratutto quelli indecisi, quelli che non sanno, quelli che nauseati dalla politica e non ne vogliono sapere più nulla.

Alle ore 18 saranno presenti con noi in Piazza il capogruppo del M5S alla Camera dei Deputati Giuseppe Brescia e il deputato Diego De Lorenzis. Non metteremo manifesti 6 X 10, abbiamo bisogno del vostro passaparola, del vostro impegno e della vostra partecipazione.
Vi aspettiamo numerosi e ricordate che #vinciamonoi

giovedì 20 marzo 2014

Lista 5 Stelle #ancheaostuni


Giunge a marzo inoltrato l'attesa certificazione della lista a cinque stelle di Ostuni. Sono state rese note infatti, lo scorso 19 marzo, attraverso i canali del Movimento, tutte le liste elettorali che concorreranno a livello comunale, giudicate idonee dallo staff di Beppe Grillo.
Il gruppo si prepara quindi ad affrontare con serietà ed entusiasmo il suo primo passo verso Palazzo San Francesco, in quella che sarà una competizione politica molto importante. Un gruppo composto da gente preparata e motivata, eterogeneo e compatto, che durante gli ultimi anni ha lavorato per la sua affermazione, in nome del bene comune, per una cittadinanza da troppo tempo abituata ad una gestione della politica deviante ed annichilente.
I candidati, come di consueto, saranno in piazza, per strada, in periferia e nelle contrade di campagna, mai in un hotel o in un luogo privato, per esprimere le loro idee, il loro piano per rendere Ostuni una città economicamente più solida, ecologicamente più matura, culturalmente più aperta.
Si prospetta uno scenario interessante da ora in poi: l'obiettivo del gruppo a cinque stelle è quello di attivare una vera e propria rivoluzione culturale condivisa e partecipata, attraverso l'ascolto ed il coinvolgimento attivo di tutti i cittadini ostunesi. Stando ai risultati delle ultime consultazioni politiche, ad Ostuni ci sono stati circa 4000 cittadini che hanno espresso la loro preferenza al M5S, quindi per loro e per chiunque volesse scommettere in un effettivo cambiamento, il M5S c'è e si fa interprete di un processo di rinnovamento indispensabile per Ostuni: «Il nostro territorio rispecchia fedelmente quanto accade a livello nazionale - afferma Paolo Mariani - chi è abituato a detenere il potere da troppo tempo, non intende mollare l'osso, chi cerca di conquistare quello stesso potere, attua strategie quanto mai lontane dal buon senso e dalla buona amministrazione. Mi riferisco a promesse che nessuno manterrà, al fumo negli occhi di una campagna elettorale che rimanda ad atteggiamenti ipocritamente consumati dalla classe politica degli ultimi trent'anni, che ha messo in ginocchio l'intero Paese. I cittadini ostunesi hanno adesso la possibilità di esprimere un voto diverso, non solo un voto di protesta, ma un voto che può fare finalmente la differenza. Votare il Movimento 5 Stelle significa manifestare la volontà di prendersi la responsabilità di contribuire ad una più sana evoluzione della società locale».
A breve verrà organizzata una conferenza in piazza per far conoscere alla cittadinanza i volti e i nomi dei candidati a cinque stelle.

giovedì 27 febbraio 2014

Decoro Urbano - Firma la petizione


Dopo il successo della raccolta firme sulle strisce blu il MoVimento 5 Stelle di Ostuni continua il suo percorso propositivo coinvolgendo i cittadini con una nuova petizione, questa volta on line, indirizzata al primo cittadino della città bianca Domenico Tanzarella.

La richiesta è che il Comune di Ostuni aderisca alla applicazione per smartphone “Decoro urbano”. Questo strumento, totalmente gratuito, serve per rendere più rapidi ed efficienti gli interventi dell’amministrazione volti a risolvere le situazioni di degrado segnalate online dai cittadini. In questo modo si aumenta automaticamente la partecipazione attiva della popolazione che non deve lasciare soli gli amministratori e non può limitarsi a lamentarsi davanti al degrado della propria città.

Tutti i cittadini potranno scaricare gratuitamente l’app Decoro Urbano sul proprio smartphone cercando tra le app gratuite " WE DU". Sarà sufficiente lanciare l'applicazione e scattare una foto per far sì che il dispositivo vi associ automaticamente le coordinate GPS, visualizzi la segnalazione sulla mappa e la invii in automatico all'ufficio preposto dal Comune. Il progetto è in continua evoluzione e ad oggi è possibile inviare segnalazioni in merito a rifiuti, dissesti stradali, vandalismo ed incuria delle zone verdi, segnaletica e affissioni abusive. A breve verranno aggiunti anche randagismo, barriere architettoniche, e quanto servirà a completare la copertura delle problematiche cittadine.


La richiesta di adesione al progetto è stata presentata dal Movimento 5 stelle Ostuni e protocollata in Comune ben quattro mesi fa, ma da allora l’Amministrazione Comunale non ha dato segni d’interessamento. Adesso gli attivisti della città bianca tornano a richiedere l’adesione al progetto, coinvolgendo tutti i cittadini. Secondo Pierclaudio Ancona, primo firmatario della petizione, “Grazie all’integrazione con i social network, l’eventuale risoluzione del problema segnalato avrà una notevole risonanza. Così facendo l’Amministrazione comunale potrà riscuotere il consenso delle community, innescando un circolo virtuoso fra segnalazioni ed efficienza risolutiva. A nome di tutti gli attivisti del M5S Ostuni ringrazio fin da ora chi vorrà partecipare alla petizione firmando a questo indirizzo:  https://www.change.org/it/petizioni/sindaco-domenico-tanzarella-vogliamo-che-il-comune-di-ostuni-aderisca-gratuitamente-al-progetto-decoro-urbano” oppure ai tanti link che il nostro gruppo sta pubblicando su Facebook.

giovedì 13 febbraio 2014

Strisce blu: obbiettivo raggiunto grazie a voi


Più tutela per i residenti, obiettivo raggiunto per “Ostuni 5 Stelle” sulle strisce blu

Davvero eccessivi gli aumenti delle tariffe sulle strisce blu previsti da una delibera di giunta comunale di qualche mese fa, aumenti che erano particolarmente penalizzanti per i residenti nelle zone  dove la sosta a pagamento è ormai la norma. Gli attivisti locali del moVimento 5 stelle avevano subito segnalato la questione alla cittadinanza, dando il via ad una raccolta firme sottoscritta da oltre 300 cittadini.

Raccolta che permette oggi di portare a casa un risultato soddisfacente. L’amministrazione comunale ha fatto un piccolo passo indietro, ridimensionando gli aumenti precedentemente previsti: la tariffa giornaliera agevolata per i residenti sarà di 0,60 € invece di 1,00 € a veicolo e, soprattutto, potrà essere applicata a tutti i veicoli facenti capo ad un unico nucleo familiare, invece che soltanto ad uno, come inizialmente previsto. Una retromarcia del Comune che eviterà a questi cittadini oneri aggiuntivi per centinaia di euro all’anno.

“Abbiamo raccolto 300 firme e grazie a queste, parlando col Sindaco, abbiamo potuto far valere le ragioni dei cittadini, che sarebbero stati duramente colpiti dagli aumenti previsti. Un risultato decisamente soddisfacente, che dimostra l’importanza del sostegno dei cittadini in queste battaglie. Se avessimo avanzato una semplice istanza, probabilmente sarebbe caduta nell’oblio - dichiarano i 5 Stelle locali - Di fronte a tali problematiche è fondamentale intervenire prima che queste decisioni siano definitive, per questo monitoriamo costantemente i lavori della giunta comunale, compito che spetterebbe alle opposizioni totalmente silenti sulla questione.

Il candidato sindaco Coppola ad esempio, fermatosi ad uno dei nostri banchetti di raccolta firme, ha candidamente ammesso di non sapere nulla in merito, così noi - assenti nei banchi del consiglio comunale che lui invece occupa - gli abbiamo fornito la relativa delibera. E’ stupefacente che un gruppo di semplici cittadini informati debba imbeccare un consigliere su quelli che dovrebbero essere i suoi compiti quotidiani, ma ciò rende bene l’importanza di una cittadinanza attiva e partecipativa”.

mercoledì 5 febbraio 2014

Energia


Il primo mito da sfatare quando si parla di Energia è che non si tratta solo di questioni ambientali, ma di sviluppo, lavoro e risparmio di ingenti risorse economiche.

I costi energetici sono una importante voce nel bilancio di una amministrazione comunale, riuscirli a diminuirli drasticamente consentirebbe di utilizzare tali risorse in altri ambiti, in servizi ai cittadini. Per fare un semplice esempio la bolletta per l’illuminazione pubblica ci costa oggi 800 mila euro all’anno; un impianto a LED con sensori che regolino accensione ed intenstà luminosa in base a traffico ed orari è in grado di diminuire tali costi del 80% oltre ad avere bassissimi costi di manutenzione. L’installazione di pannelli fotovoltaici su edifici pubblici o tramite pensiline nei parcheggi comunali (parcheggi all’ombra e produci energia), in oltre azzera i costi energetici degli stessi generando ulteriori risparmi.

E’, quindi, di fondamentale importanza la realizzazione di un Piano energetico comunale capace di guardare ai prossimi anni con saggezza e lungimiranza nel rispetto, naturalmente, del patrimonio artistico e paesaggistico cui va sempre la massima attenzione.

Gli investimenti in ristrutturazioni energetiche degli edifici e la realizzazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili, sarà un importante volano di sviluppo capace di creare nuova occupazione come già dimostrano numerosi studi ed esperienze sia all’estero che in Italia.

Anche i cittadini e le attività produttive del territorio dovranno essere supportate in questo importante passaggio verso le rinnovabili. Sportelli informativi e di consulenza ad hoc e convenzioni con professionisti del settore ed istituti di credito potranno essere un valido aiuto ed incentivo per sostenere questo importante passo.

venerdì 31 gennaio 2014

AGRICOLTURA


Attualmente gli investimenti comunali in servizi all'agricoltura è pari a ZERO (fonte bilancio comunale 2013), eppure questo settore, oltre a realizzare prodotti di eccellenza famosi in tutto il mondo, dà lavoro e sostentamento a moltissimi imprenditori e addetti. Un settore che, se ben valorizzato e sostenuto, può diventare sicuramente uno dei pilastri dello sviluppo economico e sociale del nostro territorio creando al contempo numerosi posti di lavoro.

I prodotti di eccellenza che questa terra è in grado di produrre e la grande esperienza e professionalità dei numerosi operatori presenti sul territorio sono un eccezionale risorsa ed opportunità vendibile in tutto il mondo nonché ai numerosi turisti che annualmente visitano la nostra città.

Abbiamo quindi sviluppato una serie di punti insieme ad esperti del settore che possono dare vigore ed impulso a questo fondamentale e strategico settore.

Chiunque può integrare, aggiungere e (perché no) criticare i punti sopra elencati commentando questo post. Faremo tesoro delle vostre osservazioni.

mercoledì 29 gennaio 2014

Full di Stelle


Cinque senatori a cinque stelle ad Ostuni

Domenica 2 febbraio a partire dalle ore 17, gli attivisti locali del Movimento 5 stelle organizzano in Piazza della Libertà un momento di dialogo e di riflessione con 5 senatori.

I cittadini portavoce del Movimento 5 stelle Vito Crimi, Carlo Martelli, Vincenzo Santangelo attuale capogruppo al Senato, Elisa Bulgarelli componente delle Commissioni Bilancio e d’inchiesta sulle mafie e Barbara Lezzi, incontreranno i cittadini di Ostuni per quella che sarà una vera e propria Agorà pubblica, durante la quale i parlamentari renderanno conto agli elettori del lavoro svolto finora dal Movimento 5 stelle in Parlamento.

L’incontro rappresenta una novità assoluta nel modo di intendere i rapporti fra elettore ed eletto e si inserisce nel quadro delle attività periodiche previste dal M5S. Attività che prevedono un contatto costante dei parlamentari con i cittadini su tutto il territorio nazionale e non solo in campagna elettorale. Lo scopo è quello di informare su ciò che succede in Parlamento e raccogliere le istanze della popolazione tutta, non solo degli elettori del Movimento 5 stelle.

L’occasione è quindi ghiotta per fare domande e soddisfare curiosità ed aspettative nei confronti di 5 rappresentanti dei cittadini che non hanno paura di confrontarsi direttamente con loro senza il filtro di telecamere o scorte.

L'evento su facebook -> qui

mercoledì 22 gennaio 2014

PERICOLO RIFIUTI: ANCHE AD OSTUNI SVERSAMENTI ABUSIVI


I 5 STELLE DENUNCIANO CIO’ CHE ACCADE TRA ULIVI SECOLARI E VEGETAZIONE SPONTANEA NEL PARCO DELLE DUNE COSTIERE

A seguito di una segnalazione anonima, giunta sul sito, gli attivisti locali del moVimento 5 Stelle hanno effettuato in data 20 gennaio, un sopralluogo in Contrada Lamacordola, zona interna al Parco delle Dune Costiere, situata tra i lidi di Rosa Marina e Pilone, per verificare la presenta di uno sversamento abusivo di rifiuti industriali, proprio a ridosso dei campi coltivati.

Circa due anni fa il terreno, appartenente alla Curia, è stato posto sotto sequestro dalle autorità, col timore che contaminasse la falda acquifera sottostante. Insomma lo scenario della campagna ostunese è simile a quello osservato in questi giorni in Provincia, ed in tutta Italia: rifiuti di ogni genere, anche altamente tossici, che intaccano la salute dei residenti .

Ad allarmarsi però è soltanto la società civile, a quanto pare: durante il sopralluogo Paolo Mariani, portavoce di Ostuni 5 Stelle, contatta il direttore del Parco delle Dune Costiere, il dott. Gianfranco Ciola, nonché la sede della Polizia Forestale di Ostuni, entrambi a conoscenza della “discarica abusiva”.

«Finché la zona è sotto sequestro – spiega Mariani – non è possibile intervenire con una bonifica. Così dice la legge. Ma è così purtroppo che si ammala la gente: proprio accanto alla ex cava in cui sono stati sversati quintali di plastica, come contenitori vuoti e semi-vuoti di diserbanti, fertilizzanti, vasi, taniche, imballaggi e tanto altro, vi sono ettari di campi tuttora intensamente coltivati ad ortaggi. Ad irrigare le colture, un pozzo freatico posto proprio a ridosso della discarica. Larga parte del materiale è stato precedentemente compattato, il che fa pensare, ovviamente, ad uno sversamento ad opera di una società di smaltimento.

Chiediamo dunque, a nome della cittadinanza, un intervento immediato da parte dell’Amministrazione comunale, affinché quella, come altre zone da noi individuate nelle immediate vicinanze, vengano rese idonee. Sempre ieri, a pochi passi da Contrada Lamacordola infatti, sono stati individuati svariati cumuli di materiale di risulta, scarti edili, residui di amianto e pneumatici. La cava in disuso, tramutata poi in discarica, si trova peraltro in una zona di salvaguardia ambientale, accanto ad una delle lame più belle del territorio. È inconcepibile che a pochi metri di distanza convivano le origini preistoriche della nostra civiltà e le sue drammatiche derive».

PS. per la discarica rilevata in località Lamacordola abbiamo inviato istanza al Sindaco di Ostuni ed altri enti, nonché ai proprietari del terreno affinchè bonifichino quanto prima l'area (qui). Faremo fiato sul collo e vi terremo aggiornati.

PS2: Avviamo da oggi l'iniziativa "Segnala la discarica", tramite cui chiunque potrà segnalarci discariche abusive o rifiuti abbandonati. Il nostro impegno, dopo sopralluogo sul posto, sarà documentare la situazione ed agire sulle autorità affinchè l'area venga al più presto bonificata. Qui il modulo per le segnalazioni.

giovedì 9 gennaio 2014

Tasse ad Ostuni: quello che non dicono


E' vero ad Ostuni non sono state aumentate le tasse (solo alcune tariffe tipo strisce blu, cimitero, TOSAP), ma come è stato possibile?

Semplice: non sono stati saldati i creditori!

Questo significa che vi sono aziende che non sono state pagate per il lavoro svolto o le forniture fatte. Quali gli effetti di questi mancati introiti su queste aziende e i relativi dipendenti?

Per ipotizzarlo bisognerebbe sapere a quanto ammontano questi debiti. Cosa che, naturalmente, il Sindaco si astiene dal fare e che noi, invece, chiediamo siano resi immediatamente pubblici.

Va poi ricordato che questi debiti andranno pagati e quindi il problema è stato solo rimandato al sindaco che verrà, non certo risolto. Come una specie di gioco delle tre carte dove chi mette i soldi (in questo caso i cittadini) perde sempre.


Nel frattempo le ditte creditrici potrebbero pure fallire o licenziare a causa di questi mancati incassi. Definire virtuoso tutto questo ci pare quanto meno fuori luogo. 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...